Addetto alle lavorazioni lattiero-casearie

  • Home
  • Addetto alle lavorazioni lattiero-casearie
Addetto alle lavorazioni lattiero-casearie
13 Dicembre 2022 0 Comments

ID Corso 2692

SEP 02 – Produzioni alimentari – Livello EQF 2

Durata: 250 ore suddivise in formazione in aula e stage

Descrizione figura professionale

L’addetto alle lavorazioni lattiero-casearie è addetto alla lavorazione e trasformazione del latte per la produzione di formaggi freschi e stagionati e altri derivati come il burro e la panna. Si occupa di seguire l’intero ciclo produttivo (dal ricevimento della materia prima alla lavorazione della cagliata, dalla pulizia dell’area e degli strumenti di lavoro alla stagionatura, dal confezionamento del prodotto caseario allo smaltimento dei residui della lavorazione e del siero). Le attività svolte si differenziano a seconda della tipologia di prodotto da realizzare. Lavora prevalentemente con contratto di lavoro dipendente presso stabilimenti di imprese piccole e medie, spesso alle dirette dipendenze del proprietario del caseificio, quanto presso caseifici industriali. In generale si relaziona con gli altri addetti che intervengono nelle diverse fasi di lavorazione del latte e in certi casi anche con i produttori del latte stesso.

Destinatari
  • lavoratori con ammortizzatori sociali o altri sostegni al reddito
  • giovani
  • donne
  • over 55
  • persone con disabilità
  • lavoratori e lavoratrici con redditi molto bassi
  • persone disoccupate da più di sei mesi

Elenco Unità di Competenza (UC)

Gestione dell’acidificazione della cagliata, dei processi di filatura e di formatura

Abilità

  • Determinare l’immersione ottimale della cagliata in acqua calda ed acida (tempo, gradazione acida, temperatura, ecc.)
  • Eseguire le procedure di smaltimento delle acque di lavaggio e/o del siero non conforme ai parametri e ai requisiti normativi previsti
  • Eseguire la salatura o aromatizzazione della cagliata secondo le ricette ed i disciplinari di produzione
  • Manipolare il prodotto caseario per ottenere le forme volute: impastatura, filatura, stiratura, ecc.
  • Monitorare le condizioni di acidità ed umidità ottimali per la produzione della ricotta
  • Valutare la consistenza elastica e filante della cagliata in relazione alle tipologie di prodotti freschi e filanti da realizzare
  • Applicare le procedure per la sgocciolatura e la raccolta del siero idoneo ad altre tipologie di produzione (es. ricotta, siero in polvere, alimento per suini, ecc.)
  • Utilizzare gli impianti per la formatura della cagliata monitorandone il corretto funzionamento e intervenendo in caso di andamenti non conformi
  • Utilizzare gli attrezzi per la marchiatura del formaggio
  • KC digitali per l’utilizzo dei principali software applicativi

Azienda partner stage

  • La Perla del Mediterraneo

Le attività didattiche si svolgeranno presso la sede di MCG Consulting in via Giulio Pastore, 32 a Salerno